Pelle secca e prurito: cause e rimedi naturali

Soffri di pelle secca e prurito? In questo articolo esaminiamo la correlazione tra le due condizioni indicando anche dei rimedi naturali per prevenirle. Se hai bisogno di ulteriori info o vuoi dire la tua, scrivi un commento a fondo pagina.

18 Gennaio 2023 alle 10:31
12 min
Autore: PlantaDea Staff 

Pelle secca e prurito sono due condizioni che si manifestano gradualmente o compaiono all’improvviso, possono durare da qualche ora fino a diversi mesi.

Le cause possono essere diverse ma, spesso, si tratta solo di una conseguenza della mancanza di idratazione.

Pelle secca e prurito, quindi, sono l’una la causa dell’altro.

Ma come si può alleviare il fastidio?

Bisogna ricorrere ai farmaci o esistono dei rimedi naturali per pelle secca e prurito?

Quando compare il prurito, il primo istinto è sempre quello di grattare energicamente l’area irritata.

Tuttavia, una reazione peggiore non si potrebbe avere!

Con le unghie si rischia di peggiorare l’irritazione, provocare piccole lesioni cutanee e infettare la cute.

A seconda delle cause - allergie, secchezza della pelle, sbalzi ormonali, stress, punture di insetti, malattie sistemiche - si può intervenire in diversi modi. 

Quando la causa del prurito è la pelle secca, però, può essere utile il ricorso a prodotti naturali, come l’aloe vera, la calendula, gli oli vegetali, il burro di karité e la canapa. È utilissimo anche modificare alcuni comportamenti quotidiani, come la scelta dei cosmetici, la dieta, l’uso dei detersivi per il bucato e l’attenzione ai capi indossati. 

Scopriamo come prevenire e trattare la pelle secca e il prurito.

Cosa provoca il prurito della pelle

prurito della pelle

Il prurito e l’irritazione cutanea sono sensazioni estremamente spiacevoli che, al contrario di quanto si creda, non possono essere certo risolte seguendo il proprio istinto di grattarsi.

Nella maggior parte dei casi, il desiderio di sfregare una zona particolarmente sensibile o arrossata non è un disagio passeggero. Il prurito, infatti, può essere il sintomo di un malessere più grave, di origine cutanea, scaturito da agenti esterni o provocato da fattori interni. 

È comunque la risposta dell’organismo a un malfunzionamento e deve necessariamente essere riconosciuto e affrontato in maniera appropriata.

Il gesto di grattarsi andrebbe assolutamente evitato, perché irrita ulteriormente la cute, provoca microlesioni cutanee ed espone l’organismo alle infezioni batteriche.

A scatenare il prurito sono le cellule sensoriali distribuite sull'epidermide che si attivano in risposta a stimoli esterni ed interni. 

Per capire come trattare il prurito è essenziale comprendere quali siano i fattori scatenanti.

Perché la pelle dà prurito: quali sono le cause

Il prurito è una delle motivazioni principali che spinge le persone a rivolgersi ad uno specialista. Questo perché i trattamenti possono essere molto differenti e vanno scelti esclusivamente dopo averne individuato le cause.

A volte basta un contatto, un materiale o una vibrazione ad attivare i neuroni sensoriali periferici, responsabili della sensazione di prurito. Mentre, in altre situazioni, il pizzicore può essere dovuto a cause sistemiche, ossia ad organi differenti dalla cute. Le malattie cutanee sono tra le principali cause del prurito, a cui seguono spesso infezioni secondarie causate del forte desiderio di grattarsi.

Vediamo perché la pelle prude.

Pelle secca e prurito

Il prurito è uno dei sintomi tipici della secchezza cutanea, che nei casi più gravi può sfociare in xerosi cutanea. Quest’ultima rappresenta una vera e propria patologia, dovuta all’inaridimento della cute. A causa della perdita eccessiva di acqua - nella xerosi, la quantità di acqua nello strato corneo non raggiunge nemmeno il 20% - la pelle appare secca, disidrata, desquamata e interessata da lesioni e screpolature.

La naturale barriera idrolipidica risulta danneggiata e non riesce a trattenere la necessaria quantità di acqua. L’eccessiva secchezza della pelle, di conseguenza, sensibilizza i neuroni sensoriali responsabili del prurito.

Per alleviare i disturbi dovuti alla cute secca è essenziale ripristinare il film idrolipidico con creme e detergenti naturali per la pelle secca, dalla texture delicata e nutriente.

Prurito da ipersensibilità o allergia

La sensazione pruriginosa viene spesso scatenata dalle allergie cutanee o sistemiche. Uno dei mediatori chimici maggiormente coinvolti nella comparsa del prurito è l’istamina, chiamata comunemente "molecola del prurito"; ad essa possono essere ricondotte alcune reazioni infiammatorie di tipo allergico a indumenti, detergenti e sostanze disperse nell’aria.

Prurito della pelle dovuto a patologie dermatologiche

Moltissime patologie dermatologiche possono scatenare il prurito e l’irritazione cutanea e richiedono trattamenti locali, oltre che sistemici, per alleviare il sintomo. Tra le affezioni primitive della pelle ci sono la dermatite atopica, la psoriasi, l’eczema, il lichen, l'orticaria. Ma la pelle che prude può essere dovuta anche alla scabbia, a punture d’insetto, a un’eccessiva sudorazione, a micosi.

Il prurito si presenta anche come conseguenza di scottature e cicatrici, eritema solare, problematiche che possono essere trattate efficacemente con ingredienti naturali come l’aloe vera.

Malattie sistemiche che provocano prurito

La sensazione di prurito non è esclusivamente legata alle condizioni della pelle, ma può essere dovuta a malattie sistemiche come il malfunzionamento della tiroide o dei reni, alcune patologie epatiche, diversi tipi di tumori, alterazione della pressione sanguigna, diabete e AIDS.  

Cause neuropatiche del prurito

Sclerosi multipla ed Herpes Zoster sono due patologie che tendono a scatenare il prurito, il quale può essere associato a bruciori e dolori intensi.

Prurito da stress

Sono diverse le patologie psichiatriche che causano il prurito, in risposta allo stress e a ritmi di vita frenetici e insostenibili. Tra di esse, bisogna elencare la schizofrenia, l’ansia e la depressione. Molto spesso il prurito è una sensazione che provano le persone ipocondriache.

Prurito come effetto collaterale dei medicinali

Il prurito è uno degli effetti collaterali più comuni dei farmaci per l’ipertensione, la gotta, l’artrosi, l’aspirina, la penicillina, i chemioterapici e il diabete.

Prurito in gravidanza

Durante la gravidanza, le donne tendono ad avere la pelle più secca e disidratata, a cui si può rimediare con l’uso di oli vegetali e rimedi naturali per la pelle. Il prurito in gravidanza può essere dovuto ad una maggiore necessità di acqua, o a condizioni più serie, come la colestasi gravidica, l’herpes gestationis, la dermatite polimorfa della gravidanza, la gestosi e l'aumento dei livelli di transaminasi.

Prurito e pelle secca negli anziani

Negli anziani la cute secca è molto frequente. Questa condizione è una diretta conseguenza dell'invecchiamento cutaneo, che priva la pelle della sua elasticità e della sua capacità di trattenere i liquidi.

Dopo una certa età, dunque, è molto frequente che il prurito e la pelle secca compaiano in associazione.

Quando preoccuparsi del prurito

Per determinare le cause scatenanti, è necessario fare molta attenzione ai momenti in cui compare il prurito e alle caratteristiche che ha. Il prurito, infatti, può essere improvviso o graduale, durare a lungo o scomparire nel giro di qualche ora.

Se il fastidio si protrae nel tempo, può essere il segnale di una patologia più grave. Nel caso in cui il prurito superi le due settimane e impedisca il normale svolgimento delle attività quotidiane, bisogna rivolgersi ad un dermatologo.

I campanelli d’allarme sono rappresentati dalla difficoltà di prendere sonno a causa dell'irritazione, la mancanza di un motivo preciso a cui ricondurre il prurito, l’estensione dell’irritazione. Quando l’irritazione compare insieme ad altri sintomi come febbre, infiammazione della zona, dimagrimento e debolezza, bisogna rivolgersi al proprio medico di fiducia. 

L’aspetto della pelle secca che prude

In linea generale, pelle secca e prurito sono estremamente collegati, tanto che, nella maggior parte dei casi, è proprio la secchezza cutanea ad attivare i neuroni sensoriali. Quando non si hanno diagnosi differenti, è esclusivamente la disidratazione a provocare il fastidio; mentre, quando ci sono altre patologie la cute secca accentua il prurito.

La pelle secca e pruriginosa ha delle caratteristiche ben precise che rendono più semplice individuare la problematica. 

Partiamo dall’aspetto della cute. Questa si presenta arida, disidratata e irritata. Solitamente tende a squamarsi, lasciando residui sugli indumenti. Tra le zone più colpite ci sono gli arti inferiori.

Le variazioni di temperatura e l’umidità dell’aria peggiorano le condizioni del viso e del corpo. In particolare, il freddo aggredisce la barriera cutanea e intensifica le irritazioni. Gli ambienti privi di umidità accentuano e aggravano l’aridità della pelle, peggiorando il prurito.

I bagni e le docce calde sono tra i nemici peggiori dell’epidermide. L’acqua eccessivamente calda, infatti, priva la cute degli oli essenziali, esponendola agli agenti esterni. Dopo i lavaggi, dovresti prenderti cura della pelle applicando sempre una crema corpo per la pelle secca dalle proprietà nutrienti e idratanti. 

  • Crema corpo naturale per pelli secche e delicate
    Crema corpo bio per pelle secca e delicata
    39,90

Perché la pelle secca dà prurito: tutte le cause

Perché la pelle secca prude? Le cause possono essere collegate sia a situazioni interne che a fattori esterni. 

Scopriamoli insieme.

Fattori interni 

Molte persone sono geneticamente predisposte ad avere la cute secca. Nel corso della vita, quindi, dovranno imparare come nutrire e proteggere la pelle in modo naturale, per prevenire l'invecchiamento cutaneo e la disidratazione.

La gravidanza e la menopausa sono due momenti particolarmente stressanti per la cute, che richiede un maggior apporto di liquidi, sia attraverso l’alimentazione che la cosmesi. Proprio la cosmesi, però, può risultare un’arma a doppio taglio: un uso inappropriato, infatti, può accelerare la comparsa di rughe e segni del tempo. 

Fattori esterni 

Tutto ciò che mangiamo, così come le bevande o le terapie farmacologiche, incidono pesantemente sul benessere della cute. Una dieta priva di sali minerali, vitamine e acqua impoverisce la pelle e accentua la secchezza cutanea.

Gli agenti chimici presenti nell’aria o contenuti nei detergenti comuni aggrediscono la cute e danneggiano l’epidermide. L’inquinamento penetra nei pori e impedisce l’ossigenazione. I detergenti e i saponi a base di sostanze chimiche portano via lo strato protettivo della pelle e la espongono a secchezza e microlesioni. 

Anche i fattori ambientali incidono fortemente sulla bellezza della pelle, per cui è fondamentale capire come idratare la pelle secca in modo naturale. Innanzitutto, la pelle va protetta dal freddo e dal caldo secco, con cosmetici adatti, sciarpe o abiti in tessuto naturale, e regolando l’umidità dell’aria con il deumidificatore. 

I raggi solari sono uno degli agenti esterni più implicati nella comparsa di pelle secca e prurito. A causa del sole, infatti, possono comparire eritemi, rossori e ustioni.

Rimedi naturali per pelle secca e prurito

La pelle secca e il prurito sono condizioni fastidiose che, oltre ad inficiare la qualità di vita di chi ne soffre, accelerano i processi di invecchiamento cutaneo, peggiorando la texture di viso e corpo.

Invece di seguire l’istinto e grattare le zone irritate, è importante conoscere i rimedi naturali per la pelle molto secca e irritata.

Ecco tutte le soluzioni contro la cute secca, per prenderti cura della pelle in modo delicato e profondo.

Idrata il corpo e la cute

idratare la cute secca

Quando il prurito è causato dalla pelle secca, la prima cosa da fare è aumentare il consumo di acqua. Ogni giorno dovresti bere almeno un litro e mezzo di acqua, in modo che la tua pelle abbia sempre la giusta quantità di liquidi.

Se l’irritazione cutanea si fa insopportabile, spruzza un po’ d’acqua direttamente sulla zona che prude per alleviare il fastidio.

Scegli un detergente delicato

Per la pulizia del viso e del corpo andrebbero preferiti detergenti naturali e delicati, in grado di pulire delicatamente la cute senza rimuovere o danneggiare la barriera cutanea. Subito dopo la doccia, la pelle va reidratata in profondità. Il miglior prodotto per ottenere risultati immediati ed evidenti è l’olio viso e corpo per la pelle molto secca, che può essere applicato direttamente sulla pelle umida. 

  • Olio viso e corpo naturale e bio PlantaDea pellli secche e delicate affette da psoriasi
    Olio viso e corpo bio per pelle secca e delicata
    44,90

Ricorda che i detergenti eccessivamente schiumogeni tendono a peggiorare prurito e pelle secca.

Usa prodotti a base di ingredienti naturali per prenderti cura della pelle

rimedi naturali pelle secca e prurito

La natura mette a disposizione una grandissima varietà di rimedi per reidratare la pelle e lenire le irritazioni. Tra gli ingredienti più delicati per alleviare il prurito vanno considerati l’aloe, la calendula e l’olio di canapa, dalle incredibili proprietà idratanti ed emollienti.

Il burro di karité, come molti altri burri e oli vegetali, è in grado di rinforzare il film idrolipidico e proteggere la pelle dagli agenti esterni. Le sostanze cosiddette occlusive, infatti, trattengono l’acqua all’interno dell’epidermide, evitando che si disperda nell’ambiente. Così facendo si riduce la secchezza cutanea e si idrata la pelle in profondità.

Applica sempre una crema idratante naturale

Chi soffre di pelle secca e prurito dovrebbe sempre mettere la crema viso per la pelle secca. Questo è un passaggio fondamentale della skin care quotidiana che garantisce il necessario nutrimento all’epidermide. 

  • Crema viso naturale per pelli secche e delicate
    Crema viso bio per pelle secca e delicata
    39,90

La crema viso andrebbe selezionata con cura, prestando la massima attenzione agli ingredienti. I cosmetici naturali rispettano la texture della cute e sfruttano la proprietà intrinseche delle piante e dei minerali per idratare e nutrire la pelle del viso e del corpo.

PlantaDea ha formulato una crema idratante naturale a base di CBD, fiori di calendula, estratto di achillea, olio di mandorle dolci e olio di semi di borragine, in grado di offrire un sollievo immediato a pelle secca e prurito. 

Fai attenzione alla dieta

dieta pelle secca e prurito

Attraverso il cibo puoi reintegrare i liquidi persi e donare il giusto nutrimento all’epidermide. Gli ortaggi e la frutta sono alimenti ricchi di acqua, necessaria per fornire l’apporto di liquidi indispensabile alla bellezza della pelle.

Un’alimentazione curata prevede anche l’integrazione di omega 3 e omega 6, nutrienti ottimali per l’elasticità e la lucentezza della cute.  

Cura le zone più delicate con l’unguento per la pelle molto secca

Se avverti che la pelle tira e prude in alcuni punti precisi, è importante che tu intervenga localmente con un prodotto specifico, dal potere nutriente e idratante. L’unguento per la pelle molto secca di PlantaDea è un cosmetico formulato per le situazioni di emergenza, in cui la pelle risulta disidratata, arrossata e irritata. 

  • Unguento naturale e bio PlantaDea Psoriasi e Dermatite
    Unguento viso e corpo bio per pelle secca e delicata
    44,90

Migliora la condizione della pelle, e la rende più elastica e compatta grazie alla combinazione di attivi naturali, come la cera d’api, il burro di karité, l’olio di mandorle dolci e l’olio di semi di lino. 

L’unguento dona sollievo anche alle pelli con storicità di dermatite atopica o psoriasi.

Scegli tessuti naturali

tessuti naturali pelle secca

Ti è mai capitato di trovare piccole squame di pelle sugli abiti? Questa è una delle manifestazioni tipiche della secchezza della pelle. In molti casi sono proprio i tessuti sintetici a impedire la traspirazione e a peggiorare i sintomi.

Per prevenire l’irritazione cutanea è sempre preferibile optare per le fibre naturali (cotone e seta), scegliendo abiti comodi e larghi.

A causa delle calze, sono molte le persone che lamentano pelle secca e prurito sulle gambe. Per dare un maggior comfort alla pelle delle gambe, bisogna sempre stendere un generoso strato di crema idratante dopo la doccia. 

Attenzione ai detersivi per il bucato

detersivi pelle secca e prurito

Nonostante gli abbondanti risciacqui, i detersivi per il bucato, molto spesso, lasciano residui sugli abiti. Ad essere incriminati non sono esclusivamente i detergenti aggressivi ma anche gli ammorbidenti, dal profumo intenso che rimane a lungo sui capi.

Per evitare che la pelle si secchi e dia prurito, è importante correggere le proprie abitudini igieniche, scegliendo prodotti privi di profumazioni e sostanze aggressive.

Iscriviti alla nostra newsletter. 

Ricevi promozioni esclusive riservate ai membri della newsletter
Condividi su:
Condividi:

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

heartenvelopeeyeuseruserscartbullhornmagnifiercrosschevron-leftchevron-right