Skincare: cos'è e consigli per farla in modo naturale

Presta molta attenzione a come fare la skincare, si tratta di passaggi fondamentali per curare al meglio la tua pelle. In questo articolo ti illustreremo le tecniche da seguire. Se hai bisogno di ulteriori info sui nostri prodotti ecc, ti invitiamo a lasciare un commento a fondo pagina.

15 Dicembre 2022 alle 12:12
23 min
Autore: PlantaDea Staff 

Cosa si intende per skincare? In che ordine bisogna fare la skincare e quali sono i prodotti giusti per la tua pelle?

Se anche tu provi senti un senso di smarrimento quando si parla di cura della pelle, in questa guida troverai tutte le risposte che cerchi.

La skincare è un insieme di passaggi essenziali per contribuire al benessere della pelle, dalla quale dipendono la sua idratazione, l’elasticità, la sua capacità di reagire agli agenti esterni e la risposta al trascorrere degli anni.

I gesti principali per la cura della pelle sono la corretta pulizia, la tonificazione e l’idratazione, ma capita spesso di trascurare alcuni step per mancanza di tempo, di attenzione o proprio perché non si ha una corretta conoscenza di cosa sia la skincare e quale importanza abbia. Perdipiù, molte persone stentano a riconoscere il proprio tipo di pelle, applicando i prodotti sbagliati.

Ma alla lunga, queste piccole disattenzioni non fanno che danneggiare la cute e accelerare il fisiologico processo di invecchiamento cutaneo.

Sai che una pulizia del viso profonda rende più efficace l’azione di principi attivi contenuti nei cosmetici? Hai mai notato che i prodotti astringenti destinati alla cute grassa irritano le pelli secche e delicate? Ti è capitato di riflettere sull’importanza degli ingredienti utilizzati nella formulazione dei cosmetici?

Ricorrere a cosmetici aggressivi, ad esempio, irrita la pelle e può procurare microlesioni superficiali con la tendenza ad infiammarsi. Non dedicare tempo all’idratazione della pelle grassa, o stressarla con lavaggi eccessivi, invece, peggiora l’iperproduzione di sebo, rendendo la cute ancora più untuosa e lucida.

Insomma, il rischio di curare la propria pelle nel modo sbagliato è veramente alto. Per questo motivo, noi di PlantaDea abbiamo raccolto tutte le informazioni per la corretta skincare routine in modo che tu sappia quali sono i passaggi e i prodotti giusti per avere un viso luminoso, sano e naturalmente bello.

PlantaDea è un’azienda specializzata nella produzione di cosmetici naturali e BIO. La nostra idea di bellezza si fonda sull’utilizzo dei principi attivi provenienti dalla natura, che rispettano la pelle, l’organismo, l’ambiente e che siano realmente efficaci.

Iniziamo il nostro percorso sulla cura della pelle alla ricerca della giusta skincare.

Cos’è la skincare?

Composta dai termini inglesi skin (pelle) e care (cura), skincare vuol dire letteralmente cura della pelle e, in genere, si riferisce alle pratiche quotidiane per la cura della pelle del viso da fare ogni giorno: ossia detergere il viso, riequilibrare e idratare la pelle in profondità.

L’epidermide è sottoposta continuamente ad agenti esterni e interni che tendono a stressarla, come l'invecchiamento cellulare, i ritmi di vita frenetici, lo smog, i cambiamenti di temperatura, i raggi solari, le modificazioni ormonali e il tempo. Tutto questo non può che minare la nostra bellezza e far apparire il volto più spento e provato.

Per mantenere la pelle compatta e sana è necessario dedicarle tempo e attenzioni quotidiane, il modo che non subisca danni irreparabili. Ci sono dei piccoli gesti che, ripetuti mattina e sera, possono agire sulla cute preservando la sua fisiologia e mettendola al riparo dalle aggressioni esterne.

L’idratazione è il passaggio che garantisce la salvaguardia della barriera cutanea, il film idrolipidico che protegge l’epidermide dalla perdita di elasticità e compattezza. Il prodotto alla base di una buona idratazione è la crema viso che, applicata due volte al giorno (la mattina e la sera), aiuta ad avere sempre un volto morbido e privo di imperfezioni.

Affinché la crema viso sia efficace, va applicata dopo un’accurata pulizia del viso, che elimina le impurità e favorisce la penetrazione dei principi attivi contenuti nella crema idratante. A questo scopo, è importante prendersi cura delle pelle senza aggredirla, con un latte detergente viso naturale, in grado di eliminare le impurità e rimuovere lo sporco senza provocare irritazioni.

  • Latte detergente viso naturale per pelli secche e delicate
    Latte detergente viso bio per pelle secca e delicata
    34,90

Almeno una/due volte a settimana, vanno rimosse le cellule morte che si accumulano sulla cute, aiutandosi con lo scrub o la maschera viso. L’esfoliazione può essere seguita con l’applicazione della maschera viso, un prodotto studiato per rimuovere le impurità, proteggere la pelle e riequilibrare l’attività delle cellule sebacee.

Perché la skincare è importante?

A volte per fretta, o perché si ha la percezione di non averne ancora bisogno, si ha la tendenza a trascurare quei semplici gesti che migliorano notevolmente le condizioni della nostra epidermide. Sebbene sul momento possa sembrare superflua, la cura della pelle non è un'abitudine che migliora la pelle esclusivamente sul momento, ma si tratta di un piccolo mattoncino per salvaguardare la bellezza del volto nel corso degli anni.

Prendersi cura della propria pelle con regolarità, quindi, ha uno scopo ben preciso: preservare la pelle a lungo, mantenendo morbida, elastica e priva di imperfezioni.

Durante la skincare routine, infatti, la pelle viene pulita dalle impurità, che provocano l’indurimento dei tessuti e la formazione di punti neri e brufoli.

Grazie ad una corretta idratazione si protegge la pelle delicata e sensibile, allo scopo di prevenire la formazione di rughe o microlesioni. Una crema viso naturale pelle secca o delicata rinforza l'epidermide, migliorando la sua reazione agli agenti esterni.

  • Crema viso naturale per pelli secche e delicate
    Crema viso bio per pelle secca e delicata
    39,90

La stanchezza e lo stress minano il naturale colorito del viso, favorendo la comparsa di borse sotto gli occhi. Una beauty routine accurata serve per restituire alla propria pelle una ventata di benessere, andando a lavorare sulla luminosità dei tessuti cutanei.

Con il trascorrere del tempo, diminuisce la produzione di collagene ed elastina che vanno reintegrati dall’esterno. Applicando la crema idratante due volte al giorno, si rallenta il processo di invecchiamento della cute, che rimane elastica e morbida.

Oltre ad essere un gesto di bellezza, la skincare è un momento di benessere in cui si dedica qualche attenzione in più, non solo alla propria pelle, ma a se stessi in generale.

Perché preferire una skincare naturale?

Una skincare routine fatta con regolarità dovrebbe giovare ai tessuti e mantenerli sani a lungo, senza metterne a rischio il benessere dell’organismo o dell’ambiente. Attualmente nei negozi di cosmetici, sia online che offline, l’offerta si è fatta ricchissima ma, troppo spesso, sull’etichetta dei prodotti compaiono ingredienti dannosi.

Molte creme e detergenti contengono sostanze chimiche (come la formaldeide, gli ftalati o i metalli pesanti) in grado di danneggiare alcuni organi o, addirittura, cancerogene. Altre componenti comuni, invece, sebbene non presentino rischi per la salute, impediscono la normale traspirazione dell’epidermide, andando ad ostruire i pori.

In realtà, in natura esistono moltissimi principi attivi dalle potenti proprietà benefiche che possono sostituire completamente i prodotti chimici. I cosmetici naturali e bio, infatti, sfruttano gli estratti vegetali per il benessere della pelle, senza sottoporla a componenti nocive.

Ma come capire se un cosmetico è bio?

La cosmesi naturale e BIO esclude totalmente l’uso di parabeni, coloranti, siliconi, conservanti chimici, metalli pesanti pericolosi (come il mercurio, il piombo o il cadmio), petrolati e formaldeide.

A differenza dei cosmetici chimici, che agiscono in fretta per donare risultati visibili e immediati, con un’azione troppo spesso aggressiva, i cosmetici naturali rispettano la fisiologia della cute. La loro azione si esplica dolcemente, puntando su un processo di guarigione reale piuttosto che su un miglioramento immediato, ma solo apparente e temporaneo.

La skincare naturale ricorre a prodotti naturali che non ostruiscono i pori e non formano nessun tipo di pellicola, in modo che la pelle risulti fresca e vitale.

Molte sostanze organiche svolgono un’attività intensa sulla pelle, che non agisce solo sull’aspetto della cute ma la cura, la idrata, contrasta i batteri, ed è efficace per lenire le infiammazioni. 

Oltre all’aspetto strettamente legato alla formulazione dei prodotti, i cosmetici naturali non vengono testati sugli animali, ma sono prodotti in maniera sostenibile per l’ambiente e privi di sostanze inquinanti.

Ci sono tre passaggi fondamentali per la skincare quotidiana

Scrub, oli viso, creme idratanti, prodotti esfolianti, tonico, latte detergente, gel detergente, acqua micellare… i prodotti dedicati alla skincare sono moltissimi, quasi troppi. Ma come orientarsi nella creazione della propria skincare routine?

Per semplificare la skin care è possibile riassumere tutti i passaggi in tre attività principali:

  • detersione;
  • tonificazione;
  • idratazione.

Pulizia del viso

Va eseguita almeno due volte al giorno e serve per rimuovere qualsiasi tipo di impurità, la pulizia del viso è il passaggio iniziale della skin care quotidiana.

Durante la detersione, vengono eliminate le polveri, la sporcizia e gli accumuli di sebo che si depositano quotidianamente sul viso.

Tonificazione del viso

Il toner, o tonico per il viso, va a completare la pulizia del viso, riportando la cute in equilibrio dopo il lavaggio.

Serve per rimuovere i residui di trucco rimasti, le cellule morte e le impurità che ostruiscono i pori, e preparare la pelle all’applicazione della crema idratante.

Idratazione del viso

La crema idratante è un prodotto fondamentale per la cura della pelle, perché la ammorbidisce, la nutre ed evita la perdita di acqua. Ogni giorno la cute è esposta ad agenti esterni che alterano la sua idratazione fisiologica, ai quali si aggiunge la sua naturale tendenza a perdere la capacità di mantenimento del giusto livello di liquidi.

Non avere fretta quando scegli la tua skincare quotidiana

fretta skincare

La tv e i social da tempo hanno alterato la nostra capacità di sposare nuove abitudini e attendere i risultati con pazienza; si tende a volere tutto e subito. Per quanto riguarda la cura della pelle, questo tipo di atteggiamento non è assolutamente corretto.

La cosmesi si è evoluta in maniera straordinaria negli ultimi anni, ma questo non vuol dire che si possa trattare la pelle sperando di vedere un miglioramento immediato.

La skincare routine va a trattare i tessuti giorno dopo giorno, agendo sulle imperfezioni, riparando la cute danneggiata e preparandola ad affrontare il trascorrere del tempo. Capisci bene che tutto questo non può essere fatto dall’oggi al domani, ma c’è bisogno di tempo.

Le abitudini corrette, dunque, sono fondamentali ma per i miglioramenti è fondamentale saper attendere qualche settimana di trattamento. In genere, dopo circa cinque o sei settimane di trattamento costante è possibile notare la pelle più sana e luminosa, priva del grigiore che si presenta negli anni.

La pulizia del viso

Detergere il viso è un gesto necessario per donare alla pelle la giusta luminosità. Durante la beauty routine, infatti, si sciacqua il viso per rimuovere tutte le impurità che appesantiscono il volto, così da favorire la rigenerazione delle cellule.

In genere, dopo aver lavato il viso con acqua, si pulisce il volto con una piccola quantità di latte detergente aiutandosi con un batuffolo di cotone (in alternativa si può ricorrere ad una spugnetta apposita).

Il consiglio è quello di passarlo in maniera delicata, così da non intaccare la naturale barriera cutanea dell’epidermide. Per evitare la formazione di impurità, è importante insistere sulla zona T, ossia naso, mento e fronte, dove tende a depositarsi il grasso in eccesso.

A seconda del tipo di pelle che hai, puoi valutare il ricorso allo scrub o all’esfoliante, prodotti che vanno a rimuovere le cellule morte in profondità. L’utilizzo di questi prodotti è molto utile perché permette di liberare i pori e stimola la produzione di collagene, ma occorre ponderare la frequenza dell’esfoliazione per non danneggiare la pelle.  

Scegli un detergente naturale perfetto per la tua pelle

Il detergente viso ha una funzione molto precisa: pulire la pelle dalle impurità. E fin qui ci siamo, ma è importante anche che la sua azione non rimuova gli oli cutanei essenziali che permettono di mantenerla sana.

Per la pelle delicata e sensibile, gli esperti consigliano di scegliere un latte detergente naturale, che nutra la pelle durante la pulizia, senza privarla della naturale barriera cutanea protettiva. Tra i migliori principi attivi naturali per la detersione e l’idratazione dell’epidermide, ci sono la calendula, la bardana, l’olio di borragine e l’olio di semi di lino. Queste sostanze rimuovono le impurità e il make up, ammorbidendo il viso e migliorando la consistenza della cute.

Le pelli acneiche e grasse, invece, necessitano di prodotti cosmetici dermopurificanti, che rimuovano il grasso in eccesso, leniscano le infiammazioni e vadano a riequilibrare la produzione di lipidi. In questo caso, quindi, è più indicato un gel detergente viso naturale per pelle con acne a base leggermente schiumogena, formulato specificatamente per le pelli impure.

  • Gel detergente viso naturale per pelli acneiche
    Gel detergente viso bio per pelle acneica
    34,90

Per gestire le pelli acneiche e grasse, la natura è molto generosa poiché offre diverse sostanze dall’azione astringente, lenitiva e sebo regolatrice, come l’estratto di cbd, l’ortica e il salice bianco

Perché non comedogeno?

Sicuramente avrai già incontrato la dicitura “non comedogeno” su diversi prodotti, ma sai precisamente cosa significa?

Spesso nelle etichette compaiono marchi ed espressioni che appaiono come vantaggi ma che, in effetti, padroneggiamo poco.

Un prodotto non comedogenico non ostruisce i pori e favorisce la naturale traspirazione della pelle del viso. Molte sostanze tendono ad occludere la pelle, infiammando il follicolo pilifero e inibendo la normale attività delle ghiandole. Utilizzando a lungo prodotti comedogenici, si favorisce la comparsa di brufoli e punti neri, nonché il manifestarsi dell’acne.

La comedogenicità di una sostanza indica la sua propensione alla formazione di comedoni, questo è associato all’iperplasia delle ghiandole sebacee. Questo fenomeno consiste nella sovrapproduzione di sebo che può causare la formazione di punti neri, brufoli e altre imperfezioni.

Tra le sostanze considerate occlusive ci sono anche l'olio di cocco,  il burro di cacao e la glicerina che, in alcuni casi, possono risultare estremamente efficaci per reidratare la pelle e proteggerla dal freddo o dagli agenti atmosferici. In genere, questi ingredienti sono un’ottima base per la crema idratante corpo naturale, poiché svolgono un’azione prolungata ed efficace.

  • Crema corpo naturale per pelli secche e delicate
    Crema corpo bio per pelle secca e delicata
    39,90

Nel caso si voglia ricorrere a sostanze occlusive di origine naturale, come il burro di karitè o l’olio viso e corpo naturale e bio, bisogna applicarlo dopo la doccia sulla pelle umida o dopo la detersione del viso.

  • Olio viso e corpo naturale e bio PlantaDea pellli secche e delicate affette da psoriasi
    Olio viso e corpo bio per pelle secca e delicata
    44,90

Così facendo si protegge la pelle dalle aggressioni esterne ma si permette alla crema viso di svolgere la sua azione idratante e nutriente.

Tonificazione del viso

Il tonico viso è un prodotto che fa parte da sempre della pulizia. Il suo ruolo è duplice poiché termina la pulizia e rimuove ogni piccolo residuo rimasto, e restituisce al volto il suo equilibrio naturale.

Quando si applica il tonico, si va a lenire l’irritazione legata alla pulizia del viso e la pelle torna ad essere chiara e soffice. I migliori prodotti moderni sono privi di alcol e contribuiscono al nutrimento dell’epidermide; inoltre, preparano i pori ad assorbire meglio la crema idratante.

Quando si acquista un tonico è bene soffermarsi sulla lista degli ingredienti, che dovrebbe includere: alfa idrossiacidi, beta idrossiacidi, acido ialuronico, vitamina E, tocoferoli, vitamina C e tè verde.  

Cos’è il tonico

Nella cosmesi, il toner è una lozione liquida e incolore che si passa sulla pelle per rimuovere le impurità, donare freschezza e tonificare propriamente l’epidermide. Si utilizza prima della crema viso e la sua formulazione è studiata allo scopo di detergere, idratare, regolare la produzione di sebo e lenire gli arrossamenti. In genere, evapora rapidamente ma lascia la pelle frizzante e luminosa.

Come si applica il tonico

Solitamente il toner si versa su un dischetto di cotone che poi viene passato dolcemente sul viso. In alternativa, basta semplicemente applicarlo sul viso picchiettando con la punta delle dita per favorire la penetrazione all’interno dei pori. Dovrebbe essere un gesto regolare sia durante la skincare mattutina che durante la skincare serale.

Non è necessario sottolineare che qualsiasi trattamento di bellezza va eseguito con le mani perfettamente pulite, così da evitare la formazione di batteri.

Idratazione del viso

Ognuno di noi vorrebbe che la propria pelle rimanesse morbida ed elastica il più a lungo possibile, e questo non è un desiderio impossibile. La bellezza della pelle passa per un’idratazione costante e quotidiana, che reintegra gli oli essenziali della pelle e la mantiene protetta nel tempo.

Il segreto di una buona idratazione, ovviamente, è la crema idratante, un prodotto essenziale nella beauty routine di ogni giorno.

Durante il lavaggio, infatti, viene intaccata la superficie della pelle, che perde liquidi, lipidi ed elasticità. E la skincare ha il compito fondamentale di prevenire la perdita di queste sostanze, agire sugli strati più profondi dell’epidermide per favorire il ricambio delle cellule, e ripristinare il film idrolipidico esterno.

Anche gli uomini devono idratare la propria pelle?

Sebbene la pelle maschile sia più spessa e grassa, la crema viso uomo è un‘abitudine sana per mantenere la pelle in forma.

Cos’è la crema idratante?

Le testimonianze più antiche relative alla crema idratante risalgono al II secolo d.C. e vengono attribuite a Galeno, uno dei personaggi più autorevoli nella storia della medicina. Inizialmente pensata come un composto a base di cera e olio di oliva, ancora oggi la crema idratante è il prodotto principe per la bellezza del volto.

In pratica, quando si parla di crema idratante, si fa riferimento a un’emulsione cosmetica dall’azione idratante, capace di contenere la perdita di liquidi e di impedire la disidratazione.

La cute per natura è protetta da un film idrolipidico, composto da lipidi cutanei e sostanze igroscopiche; essi hanno la funzione di mantenere l’umidità della pelle e la sua elasticità. Il film idrolipidico tende a rigenerarsi costantemente grazie all’azione delle ghiandole sebacee e sudoripare, ma può essere rimosso durante la pulizia del volto. Di conseguenza, è fondamentale favorire il naturale benessere della pelle con l’applicazione di una crema idratante a base di acqua, sostanze emollienti e sostanze umettanti.

Come scegliere la giusta crema idratante

Di certo, scegliere la crema idratante non è facile, soprattutto quando l’offerta è variegata e ricca.

Il primo aspetto su cui soffermarsi sono le caratteristiche della cute, ossia capire che tipologia di pelle hai. A seconda del proprio tipo di pelle, infatti, cambiano le necessità e, di conseguenza, i trattamenti indicati.

Se vuoi sapere come idratare la pelle secca in modo naturale, ecco qualche suggerimento.

La pelle secca ha bisogno di un’idratazione intensa; va nutrita e protetta; necessita spesso di formulazioni lenitive e sfiammanti. Per la skincare delle persone con la pelle reattiva, delicata o secca, quindi, bisogna cercare una crema viso naturale per pelle secca, dalle potenti proprietà lenitive ed idratanti. Gli ingredienti naturali da ricercare, in questo caso, sono la calendula, l’achillea, le mandorle dolci, la borragine e i semi di lino. 

La cura della pelle grassa, acneica ed impura, sebbene preveda comunque una giusta idratazione, deve poter riequilibrare la produzione di sebo. Inoltre, considerando la natura infiammatoria dell’acne è fondamentale che la crema viso per pelli acneiche abbia anche proprietà antinfiammatorie, oltreché idratanti e nutritive.

  • Crema viso naturale per pelle acneica e grassa
    Crema viso bio per pelle acneica e grassa
    44,90

Una crema destinata alle pelli grasse e acneiche, quindi, deve contenere ingredienti naturali in grado di agire sui rossori e sulle infiammazioni, e di eliminare i batteri, come l’ortica, la corteccia di salice, l’olio di semi di Babchi e l’olio di semi di mirtillo.

Qual è la differenza tra la crema giorno e quella notte?

Durante il giorno, la pelle attraversa diversi tipi di ambienti, in cui è esposta ad agenti aggressivi di vario genere (il caldo e il freddo, la luce solare, la polvere, lo smog, gli agenti inquinanti). Di conseguenza, il lavoro della crema giorno dovrà concentrarsi sulla protezione della pelle a 360 gradi, in modo che le impurità non entrino nei pori, e i raggi UVA e UVB non provochino macchie solari. La texture della crema giorno, in genere, è cremosa e fluida.

A differenza della crema giorno, la crema notte viene applicata allo scopo di reintegrare i liquidi, meno abbondanti nelle ore di sonno, e di riparare le lesioni subite nel corso della giornata. Per cui, la composizione di prodotto cosmetico destinato alla notte dovrà contenere principi attivi dalle capacità emollienti, riparatrici e lenitive, così da stimolare il metabolismo delle cellule e ricompattare la cute. Per quanto riguarda la consistenza, la crema notte si presenta più corposa e concentrata.

Tuttavia esistono anche le creme viso 24 ore, le quali hanno una formulazione adatta sia all’utilizzo diurno che notturno. 

Protezione del viso

“Lavoro in luogo chiuso; nelle giornate invernali il sole è meno intenso; piove spesso; mi esporrò al sole solo qualche minuto” queste sono solo alcune delle obiezioni che vengono presentate quando si parla dell’utilizzo della crema solare nella quotidianità. In realtà, gli esperti sono concordi nel consigliare l’applicazione del filtro solare in qualsiasi giorno dell’anno, a prescindere dalle condizioni meteo o dallo stile di vita.

L’esposizione costante alla luce del sole, infatti, accelera il processo di invecchiamento cellulare, favorendo la formazione di rughe e aree iperpigmentate. Oltre questo, i raggi solari aumentano il rischio di sviluppare tumori cutanei, che non danneggiano solo a livello estetico ma possono avere un’evoluzione più importante.

Nonostante si abbia l’impressione di avere un impatto minimo con la luce del sole, la realtà è che i raggi solari sono potenti e raggiungono le parti più esposte (ossia mani e viso) anche in inverno.

I prodotti per la skincare, dunque, dovrebbero includere la crema solare, con un filtro solare 30 SPF

Ma quando va messa la crema solare?

L’applicazione del filtro solare varia a seconda degli ingredienti con cui è formulato il prodotto: quelli a base di filtri chimici, in genere, si stendono sulla pelle pulita; i solari a base di schermi fisici (ricchi di ossido di zinco, ad esempio)  vanno applicati dopo la crema idratante, ma prima di dedicarsi al make-up.

In ogni caso, è consigliata l’applicazione della crema solare ogni mattina. In estate, o quando ci si espone al sole direttamente per diverso tempo, l’applicazione va rinnovata dopo circa due ore. 

Domande e risposte sulla skincare

Maschere viso, sì o no? Cos’è la skin care coreana? L’olio è un prodotto valido per il viso?

In questo articolo abbiamo descritto nel dettaglio la skincare naturale, ma quello della cura della pelle è un mondo in continua evoluzione, che si arricchisce di spunti ogni giorno. Per questo motivo andiamo ad approfondire i dubbi più comuni sulla routine di bellezza con qualche informazione in più.

Consigliate una maschera dopo la detersione del viso?

La diffusione delle maschere in tessuto ha riportato l’interesse su uno dei prodotti per la skincare più importanti per l’idratazione della pelle: la maschera viso. Le maschere, infatti, agiscono sulla pelle sotto occlusione, ossia l’azione dei principi attivi è potenziata dallo spesso strato di prodotto che viene applicato. Secondo gli esperti, bisognerebbe dedicare tempo alla maschera viso almeno una volta alla settimana, così da favorire il benessere della cute, senza provocare nessun tipo di irritazione. Attualmente, la varietà di maschere per il viso in commercio è altissima, ma prima di acquistare un prodotto perché variopinto o modaiolo, è bene soffermarsi sulla sua composizione. Per le pelli secche o delicate si può optare per le maschera notturne, che vanno tenute sul viso durante la notte, al posto della crema idratante. Di solito sono formulate per favorire l’idratazione e migliorare l’elasticità della cute. Le pelli grasse, invece, necessitano di un prodotto che possa riequilibrare la produzione di sebo e donare una sensazione di freschezza. La maschera viso bio per pelle acneica agisce sulla pelle grazie ai principi attivi naturali, che lavorano in sinergia per contrastare l’untuosità e l’effetto lucido. La sua azione dermopurificante si concentra sulle zone affette da brufoli e punti neri, per rimuovere le impurità e donare un incarnato sano e compatto. Sulle pelli miste o delicate, la maschera viso naturale può essere applicata anche esclusivamente sulla zona T (mento, naso, fronte), dove si concentrano impurità e batteri.

Quali accessori mi servono per la skincare?

Diciamolo chiaramente: la skincare quotidiana non richiede nessun tipo di strumentazione. Esistono semplicemente dei piccoli accessori che migliorano i tuoi gesti di bellezza. Per pulire il viso in profondità, potresti utilizzare delle spugnette apposite o dei dischetti in cotone. Mentre dopo il lavaggio, è necessario tamponare il volto con un asciugamano morbido e ben pulito; sarebbe meglio optare per un panno in cotone. In commercio esistono anche molti dispositivi da utilizzare in casa per la pulizia profonda o per rassodare i muscoli facciali, ma non si tratta di strumenti indispensabili per la cura della pelle.  

Consigliate un olio per la mia skincare?

L’applicazione degli oli vegetali è assolutamente consigliata per la bellezza della pelle. Negli ultimi anni c’è stata la riscoperta di un rimedio tanto antico quanto efficace come l’olio che, a seconda della pianta da cui viene estratto, può avere diversi benefici. L’olio di oliva, ad esempio, nutre e migliora il tono della pelle; l’olio di cocco, invece, riduce le infiammazioni e i rossori, e favorisce l’idratazione; l’olio viso e corpo al CBD nutre la pelle, lenisce le infiammazioni e agisce sulla regolazione dei cheratociti; l’olio di mandorle dolci è idratante ed emolliente. L’olio va applicato con le mani, per due volte al giorno, dopo la detersione e prima di stendere la crema idratante.

Cosa posso fare quando la pelle si irrita durante la skincare?

Se hai una pelle troppo sensibile, utilizzi rimedi aggressivi o tratti la tua cute senza la giuste dose di delicatezza, l’epidermide può irritarsi e infiammarsi. Per riequilibrare la cute e lenire i rossori si può intervenire con rimedi naturali.
La prima cosa da fare è riportare il corpo alla giusta temperatura, prendendo un po’ d’aria o bagnando i polsi con l’acqua corrente. Per il viso, un aiuto prezioso può arrivare dall’applicazione di un unguento naturale per la pelle secca, da avere sempre a disposizione per le situazioni di emergenza. La doccia, calda o i detergenti aggressivi tendono ad irritare anche la pelle del corpo, per cui, subito dopo il lavaggio, va applicata la crema corpo naturale per pelle secca per reintegrare i liquidi e migliorarne la texture. Le maschere all’avena colloidale sono straordinarie per calmare le infiammazioni, così come il tè verde a temperatura ambiente. Inoltre, per prevenire lo stress cutaneo, è bene agire sul proprio benessere interiore, evitando le attività frenetiche, dedicandosi allo yoga e all’agopuntura, riposando quando necessario.

Cos’è la skincare coreana?

La fama della skincare coreana, ormai, ha raggiunto qualsiasi parte del mondo grazie ai suoi effetti eccezionali sulla pelle. Per la bellezza del volto, la beauty routine orientale si basa sulla stratificazione di più prodotti, ossia la skincare si suddivide in dieci passaggi e ognuno di essi prevede l’utilizzo di un prodotto specifico. La regola è di partire dalla detersione per poi terminare con l’applicazione della crema solare, applicando prima i cosmetici dalla consistenza più leggera e acquosa per poi stendere i prodotti più corposi.
I passaggi della skincare coreana sono: pulizia del viso con olio detergente; lavaggio accurato con un detergente schiumogeno; esfoliazione del viso; applicazione del toner; applicazione del face mist, un’essenza coreana tipica che migliora l'idratazione e favorisce il benessere della barriera cutanea; uso del siero viso, che illumina e favorisce il rinnovamento cellulare; applicazione della maschera viso; cura specifica del contorno occhi; applicazione della crema idratante viso; crema solare.

Cosa posso fare per il contorno occhi?

L’area del contorno occhi è particolarmente delicata e sensibile, per cui va trattata con creme e detergenti per la pelle secca o con un prodotto dedicato specificatamente al contorno degli occhi. Oltre ad essere sottile, infatti, quest’area circonda proprio la zona oculare, soggetta ad allergie e infiammazioni. La scelta del prodotto naturale da applicare sul contorno occhi, dunque, va fatta leggendo accuratamente la lista degli ingredienti, così da evitare i principi attivi irritanti. Gli ingredienti da preferire per efficacia e tollerabilità sono la vitamina C, la caffeina, l’Aspergillus oryzae, la camomilla e la calendula

Come posso riconoscere la tipologia della mia pelle?

Per capire che tipo di pelle hai, basta che tu spenda qualche minuto allo specchio: la pelle grassa risulta lucida e oleosa; passando un batuffolo di cotone lascia tracce di unto. A volte presenta punti neri, brufoli e pori dilatati.
Caratterizzata da estrema sensibilità, la pelle secca appare sottile e particolarmente reattiva. Uno dei tratti più tipici della pelle mista è che presenta zone grasse, alternate ad aree normali o sensibili. In genere, sulla zona T si concentra la cute grassa, mentre sugli zigomi si nota la pelle più sottile e secca. Trattare ogni tipo di pelle nello stesso modo, quindi, è assolutamente sbagliato poiché non si tiene conto delle necessità che ha la cute. La pelle grassa produce sebo in eccesso e ha bisogno di prodotti che regolino l’azione delle ghiandole sebacee ma, al contrario di quanto si creda, necessità comunque di una corretta idratazione. La pelle secca va nutrita e protetta, in modo che non invecchi velocemente e non venga danneggiata dagli agenti esterni. Nella pelle mista, ci vuole l’accortezza di trattare in modo differente le diverse aree del viso, così da rispondere ai bisogni del proprio tipo di pelle.

Iscriviti alla nostra newsletter. 

Ricevi promozioni esclusive riservate ai membri della newsletter
Condividi su:
Condividi:

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

heartenvelopeeyeuseruserscartbullhornmagnifiercrosschevron-leftchevron-right